TRASFORMAZIONI: UN LABORATORIO TRA FIABA E POESIA

Un'altra poesia frutto del laboratorio di scrittura creativa tenuto da Elisa Biagini

La dodicesima è libera

 

Dissi le mie paure,

ma con occhi speciali

svelai solo a me stessa

i suoi trucchi: lo vedevo.

E m’ingannai in segreto

sull’amore.

 

Fu il caso a salvare

i miei piccoli anni,

a curare gli occhi

un cervo ferito.

 

Nel fitto del bosco,

pronta, sciolsi

le logore scarpe:

danzavo a piedi nudi,

sul sentiero del vento.

 

Un re poco vispo

e tutto chiuso in sé.

Volto maschile privo di colore.

Statua padrona.

 

Soldato stanco, storpio

e malandato nella fantasia.

 

La domanda e l’offerta?

Un aiuto stantio.

L’epico premio

un lesso rifatto.

 

Cecilia Ferretti